Accadde oggi

Accadde oggi... i 60 anni della pillola anticoncezionale

Accadde oggi... i 60 anni della pillola anticoncezionaleIl 23 giugno del 1960 è la data che segna una rivoluzione per la storia e la salute delle donne. Indica il giorno in cui 60 anni fa fu approvata, dapprima negli USA e dopo due anni anche in Europa (in Italia arriverà solo sette anni dopo) l’immissione in commercio, da parte della casa farmaceutica statunitense Searle, della prima pillola anticoncezionale della storia: Enovid.

Con l’obiettivo di sviluppare un metodo adeguato rispetto a quelli già esistenti che permettesse il controllo delle nascite non desiderate e limitasse il sovrappopolamento, soprattutto nelle aree geografiche già fittamente popolate, nel 1953 tre ricercatori dell’Università di Boston (M. C. Chang, C. Garcia e J. Rock) notarono che la somministrazione di progestinici portava a una curiosa inibizione dell’ovulazione negli animali da laboratorio impiegati nei trials clinici.

Il farmaco - venduto con l’indicazione terapeutica di agire sui disturbi del ciclo mestruale - conobbe una rapida diffusione, tuttavia facendo registrare casi di trombosi ed embolie successivamente alla sua commercializzazione. Negli anni ha poi subito miglioramenti costanti in dosaggio e struttura chimica, tanto da giungere a rappresentare uno dei metodi contraccettivi più efficaci (99,5%) e sicuri.1

Oggi la categoria dei farmaci contraccettivi include pillole a basso contenuto ormonale che, oltre alla funzione anticoncezionale, trovano impiego anche nella modulazione e regolarizzazione del ciclo mestruale, nella terapia di alcune patologie ginecologiche (sindrome dell’ovaio policistico, dismenorrea, endometriosi) e, in alcuni casi, anche nel trattamento di forme di acne cutanea lievi o moderate.

Sono milioni le donne in tutto il mondo che utilizzano la pillola, ovvero il 19% delle donne di età compresa tra i 15 e i 44 anni.

In Italia la pillola anticoncezionale, vista la sua pluralità terapeutica, può essere prescritta dai medici ginecologici, previa visita diagnostica o di controllo. Quantificandoli numericamente grazie ad Atlante Sanità, il database della sanità italiana che comprende oltre 1,4 milioni di anagrafiche di professionisti della salute, in Italia contiamo 18.305 medici specializzati in ginecologia e ostetricia.

Sitografia

1.  Wikipedia - Storia della contraccezione
 

 
Autore:

PKE Group

PKE è una società nata da DS Medigroup, costituita per gestire i data base delle professioni e la creazione di comunità profilate sulla rete Internet.
Obiettivo di PKE è accompagnare le Istituzioni e gli Enti privati nella corretta gestione dei dati e nell’approfondita conoscenza delle diverse professioni, nell’analisi delle competenze specifiche di ciascuna disciplina, nelle valutazioni dei loro fabbisogni formativi ed informativi, nella definizione strategica degli strumenti di comunicazione (informazione e formazione) e nella loro completa implementazione.

Segui PKE Group: